Resto al Sud – consulenza gratuita per presentare domanda
5 su 3 voti
Tempo di lettura: Meno di 1 minuto

Resto al Sud – consulenza gratuita per presentare domanda

Supporto in arrivo per i giovani che vogliono richiedere le agevolazioni della misura Resto al Sud..

Resto al Sud

L’obiettivo dalla misura è sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e residenti o pronti a stabilirsi nelle Regioni del Mezzogiorno – cioè Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Molise, Sardegna e Sicilia – e contribuire alla crescita delle neo imprese già costituite negli stessi territori da giovani imprenditori dopo il 21 giugno 2017.

Le agevolazioni coprono fino al 100 per cento delle spese per l’avvio di nuove imprese nei settori della produzione di beni e dei servizi (con esclusione delle attività libero professionali e del commercio) e in particolare:

  • interventi per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa),
  • impianti, attrezzature, macchinari nuovi,
  • programmi informatici e servizi TLC (tecnologie per l’informazione e la telecomunicazione),
  • altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative nel limite del 20% massimo del programma di spesa).

Gli incentivi sono concessi fino a un massimo di 50 mila euro per beneficiario in forma di:

  • contributo a fondo perduto, pari al 35% del programma di spesa,
  • finanziamento bancario, pari al 65% del programma di spesa, concesso da un istituto di credito che aderisce alla convenzione tra Invitalia e ABI, garantito dal Fondo di garanzia per le PMI.

Gli interessi del finanziamento – da restituire in otto anni, di cui due di preammortamento – sono coperti da un contributo in conto interessi.

Sebbene le domande vengano valutate in ordine cronologico di arrivo, Invitalia sottolinea infatti che la dotazione finanziaria della misura è molto consistente (1,25 miliardi di euro) e che non si tratta di un click day in cui conta la velocità di invio delle istanze. Per avere più chance di ottenere il finanziamento, quindi, sono fondamentali credibilità e accuratezza del progetto imprenditoriale, conclude l’Agenzia.

Per Info gaetanociampa@email.it oppure 349 0711654

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.